Vinto un altro ricorso in via definitiva

Scritto da Pietro Perziani on . Postato in Il dirigente e lo staff

VINTO UN ALTRO RICORSO IN VIA DEFINITIVA

Abbiamo appena avuto notizia di un altro ricorso sulla Perequazione Interna vinto in via definitiva a Nocera Inferiore: felicitazioni alla collega che ha vinto; il ricorso riguarda anche questa volta la Perequazione Interna.

Il ricorso è stato patrocinato dall’avv. Antonio Rizzo dello Studio Legale Fauceglia-Rizzo di Salerno.

Siamo così arrivati a quota quattro ricorsi vinti, di cui due in via definitiva; a questo punto, ci sembra superfluo dire che vale la pena fare il ricorso, i fatti parlano da soli.

Come già detto, metteremo a disposizione dei colleghi che vogliono presentare ricorso la nostra esperienza, a settembre daremo tutte le indicazioni.

Com’era facilmente prevedibile, sono iniziate le operazioni di bassa lega, di chi vuole appropriarsi di meriti che non ha e approfittarne a fini personali, o di organizzazione.

Abbiamo appena letto di un sindacato che promuove i ricorsi a titolo gratuito, perché non vuole fare cassa e bada solo agli interessi della categoria.

Encomiabile, ma poco credibile, dato che i ricorsi hanno oggi dei costi fissi, a cominciare dalle tasse da pagare; il fatto è che questo sindacato la cassa l’ha già fatta, per cui oggi si può permettere di fare il grande.

Il sindacato di cui si sta parlando ha incassato più di 300.000 euro, circa 500 colleghi hanno versato da 450 a 600 euro a testa per presentare il ricorso; non è che gli “utili” derivanti dai loro versamenti verranno utilizzati per presentare in futuro gli altri ricorsi? Della serie: chi ha pagato troppo e chi non pagherà niente?

Per la verità, a chi scrive risulta che:

-più di 30.000 euro sono stati utilizzati ad altri fini

-diversi ricorsi devono ancora essere presentati

-ci sono dei debiti da saldare.

Non sarebbe meglio mettere a posto il passato, prima di farsi grandi per il futuro?

Siamo curiosi di sapere chi curerà i futuri ricorsi di questo sindacato, dato che chi li ha curati in passato se ne è scappato alla grande.

Naturalmente, saremmo ben felici di essere smentiti, ma ci sembra poco probabile.

Chiudiamo scusandoci con i colleghi per essere scesi ad un livello che non ci appartiene, ma non abbiamo voluto fare pettegolezzi, abbiamo solo voluto mettere sull’avviso i colleghi; in ogni caso, siamo sicuri che ognuno saprà valutare e farà consapevolmente le sue scelte.

UA-12945503-14