LOMBARDIA. IL CIR 2017/2018

Scritto da Pietro Perziani on . Postato in Il dirigente e lo staff

LOMBARDIA. IL CIR 2017/2018

Il 6 luglio 2020 è stato stipulato il CIR della Lombardia relativo all’a.s. 2017/2018; il nuovo CIR sostituisce quello oggi in vigore, relativo all’a.s. 2016/2017.

Questi i nuovi importi annuali per la retribuzione di posizione/quota variabile, per la retribuzione di risultato e per il totale della retribuzione variabile ed accessoria:

FASCE

POSIZIONE

RISULTATO

TOTALE

PRIMA

17.126,72

433,90

17.560,62

SECONDA

14.422,50

365,39

14.787,89

TERZA

11.718,28

296,88

12.015,16

QUARTA

9.014,06

228,37

9.242,43

Proseguiamo nell’analisi parlando prima della retribuzione di posizione/quota variabile, poi della la retribuzione di risultato ed infine del totale della retribuzione variabile ed accessoria.

La retribuzione di posizione/quota variabile

Questi i nuovi importi mensili della retribuzione di posizione/quota variabile:

FASCE

NUOVI IMPORTI MENSILI

PRIMA

1.317,44

SECONDA

1.109,42

TERZA

901,41

QUARTA

693,39

Queste gli aumenti rispetto agli importi oggi vigenti, quelli del CIR 2016/2017:

FASCE

AUMENTI ANNUALI

AUMENTI MENSILI

PRIMA

1.599,79

123,06

SECONDA

1.347,19

103,63

TERZA

1.094,59

84,2

QUARTA

841,99

64,77

Naturalmente, dato che il CIR è stato firmato con tre anni di ritardo, saranno corrisposti degli arretrati; ipotizzando che siano liquidati a settembre, questi gli arretrati al lordo:

FASCE

ARRETRATI LORDI

PRIMA

4.799,37

SECONDA

4.041,57

TERZA

3.283,77

QUARTA

2.525,97

Facendo una simulazione un po’ alla grossa, questi gli arretrati al netto:

FASCE

ARRETRATI NETTI

PRIMA

2.990,01

SECONDA

2.517,90

TERZA

2.045,79

QUARTA

1.573,68

Tuto bene, allora? Non proprio, perché se la retribuzione di posizione/quota variabile aumenta, la retribuzione di risultato diminuisce.

La retribuzione di risultato

Questi i nuovi importi annuali:

FASCE

RISULTATO LORDO

PRIMA

433,90

SECONDA

365,39

TERZA

296,88

QUARTA

228,37

Gli importi netti saranno veramente poca cosa:

FASCE

RISULTATO   NETTO

PRIMA

270,32

SECONDA

227,64

TERZA

184,96

QUARTA

142,27

Il totale

Vediamo, per prima cosa, il totale degli arretrati della retribuzione di posizione/quota variabile sommati alla retribuzione di risultato, al netto:

FASCE

TOTALE NETTO

PRIMA

3.260,33

SECONDA

2.745,54

TERZA

2.230,74

QUARTA

1.715,95

Questa è la cifra che i Dirigenti Scolastici della Lombardia percepiranno nel caso il CIR venga applicato a settembre.

Dato che la retribuzione di posizione/quota variabile aumenta e quella di risultato invece diminuisce, vediamo allora insieme le due voci; questa la differenza rispetto al CIR 2016/2017, che è poi quello oggi vigente:

FASCE

POSIZIONE

RISULTATO

TOTALE

PRIMA

+1.599,79

-2.876,76

-1.276,97

SECONDA

+1.347,19

-2.422,53

-1.075,34

TERZA

+1.094,59

-1.968,31

-873,72

QUARTA

+841,99

-1.514,08

-672,09

Come si vede, il totale la retribuzione variabile ed accessoria diminuisce, anche se magari qualcuno non se ne accorgerà, perché vedrà solo l’aumento mensile e la corresponsione degli arretrati.

Per avere un quadro più completo, vediamo la differenza rispetto a due anni fa, l’a.s. 2015/2016:

FASCE

POSIZIONE

RISULTATO

TOTALE

PRIMA

+2.771,56

-6.271,03

-3.499,47

SECONDA

+2.333,95

-5.280,87

-2.946,92

TERZA

+1.896,33

-4.290,71

-2.394,38

QUARTA

+1.458,71

-3.300,54

-1.841,83

Come si vede, il taglio è ancora più marcato; per un Dirigente di prima fascia si mangia praticamente circa un terzo degli aumenti contrattuali; al solito, non è tutto oro quello che luce!

UA-12945503-14