PIEMONTE. IL CIR 2016/2017

Scritto da Pietro Perziani on . Postato in Il dirigente e lo staff

PIEMONTE

IL CIR 2016/2017

Il 5 Marzo 2018 è stato stipulato il CIR del Piemonte relativo all’a.s. 2016/2017; in Piemonte le fasce vanno dal basso verso l’alto, noi riportiamo i dati ordinando le fasce in modo inverso: dalla più alta alla più bassa, come si fa in quasi tutte le altre regioni.

La posizione variabile

La posizione variabile rimane immutata, nonostante i Dirigenti Scolastici in servizio siano diminuiti; il fatto è che è diminuito anche il budget e, soprattutto, 484.908,85 euro sono stati stornati per il pagamento delle reggenze; non capiamo perché non siano stati stornati dalla retribuzione di risultato, tanto più che anche il Piemonte gode di uno stanziamento aggiuntivo, come vedremo a breve.

Misteri sindacali…

Il risultato

Questi gli importi della retribuzione di risultato, messi a confronto con quelli dell’a.s. 2015/2016:

Retribuzione di risultato

FASCE

IMPORTO

PERDITA

PRIMA

2.483,14

-3.813,85

SECONDA

2.358,97

-3.623,17

TERZA

1.688,53

-2.593,43

QUARTA

1.241,56

-1.906,94

La retribuzione risultato è praticamente crollata, perché:

-sono quasi scemate le risorse stanziate una tantum dalla Buona Scuola

-non c’è stato il dirottamento di risorse dalla posizione variabile al risultato, come successo l’anno precedente

-Gran parte del budget è stato utilizzato per il pagamento delle reggenze, per cui per il risultato vero e proprio è rimasto ben poco.

La retribuzione risultato è stata pagata con lo stipendio di giugno; un’avvertenza: nel cedolino viene riportato l’importo al netto delle ritenute previdenziali.

Lo stanziamento aggiuntivo

Anche il Piemonte ha usufruito dello stanziamento aggiuntivo, per un ammontare di 508303,09 euro; questa dovrebbe essere la suddivisione per fascia:

Stanziamento aggiuntivo

FASCE

IMPORTO

PRIMA

1.440,85

SECONDA

1.368,80

TERZA

979,78

QUARTA

720,42

Naturalmente, dovrà essere stipulato un altro contratto.

UA-12945503-14