SICILIA FACCIAMO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

Scritto da Pietro Perziani on . Postato in Il dirigente e lo staff

SICILIA

FACCIAMO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

In passato, per quanto riguarda la Sicilia abbiamo parlato di pazzie estive; adesso che siamo in inverno, qualcosa si comincia a muovere, anche a seguito delle diffide inviate dai colleghi della regione.

Ricordiamo che la situazione era differenziata per provincia: alcune erano a posto, altre no, alcune hanno messo man mano le cose a posto; le province di Agrigento, Catania, Messina, Palermo e Siracusa sono a tutt’oggi inadempienti.

Nel corrente mese di febbraio si è mossa la RTS di Messina, ha aggiornato lo stipendio e liquidato gli arretrati almeno ad alcuni colleghi.

Invitiamo i colleghi a controllare il cedolino di febbraio per vedere se è a posto; questi i vecchi e i nuovi importi mensili della posizione variabile:

Importi mensili

FASCE

VECCHI

AGGIORNATI

PRIMA

921,33

1.066,72

SECONDA

775,86

898,29

TERZA

630,39

729,86

QUARTA

484,91

561,43

Naturalmente, gli stipendi sono a posto se nel cedolino ci sono i nuovi importi e se contemporaneamente ci sono anche gli arretrati.

Gli arretrati sono divisi in due parti, arretrati anni precedenti e arretrati anno corrente; questi gli importi per gli anni precedenti:

Arretrati anni precedenti

FASCE

IMPORTO

PRIMA

2.520,05

SECONDA

2.122,13

TERZA

1.724,24

QUARTA

1.326,33

e questi quelli per l’anno corrente:

Arretrati anno corrente

FASCE

IMPORTO

PRIMA

129,18

SECONDA

108,78

TERZA

88,38

QUARTA

67,99

Gli importi sono minimi, perché riguardano il solo mese di gennaio; naturalmente, se la RTS aggiornerà gli stipendi non a febbraio, ma nei mesi successivi, gli arretrati per gli anni correnti aumenteranno.

Ricordiamo che il Tesoro dà gli arretrati al netto delle ritenute previdenziali.

Adesso che Messina si è mossa, cosa faranno le RTS delle altre province inadempienti?

C’è chi non se ne dà per inteso: a Catania ancora stanno procedendo con i recuperi, l’ultimo di cui siamo venuti a conoscenza è del 28 gennaio; qui siamo alla pazzia: come si fa a togliere dei soldi quando gli stipendi non sono stati aggiornati e i Dirigenti Scolastici della provincia hanno diritto a degli arretrati?

Come abbiamo già avuto modo di dire, la situazione di Catania è veramente kafkiana, ma anche le altre RTS inadempienti stanno andando oltre i limiti della legalità.

E l’USR, cosa fa?

UA-12945503-14