CALABRIA I CIR 2015/2016 E 2016.2017 L’EREDITA’ PER IL PROSSIMO CONTRATTO

Scritto da Pietro Perziani on . Postato in Il dirigente e lo staff

CALABRIA

I CIR 2015/2016 E 2016.2017

L’EREDITA’ PER IL PROSSIMO CONTRATTO

E’ un po’ di tempo che non ci occupiamo della Calabria, l’ultima volta abbiamo parlato di “scandalo” e ne avevamo ben donde (VEDI).

L’USR e le RTS, infatti, si sono affrettati ad applicare i CIR del 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015 che prevedevano pesanti tagli; queste le somme che i Dirigenti Scolastici della Calabria stanno ancora restituendo:

FASCE

SOMME DA RESTITUIRE

PRIMA

-7.965,56

SECONDA

-8.408,42

TERZA

-6.302,79

In effetti, le RTS hanno tagliato la posizione variabile mensile ed hanno iniziato il recupero delle somme “indebitamente” percepite.

Resta da capire per quale misterioso motivo i sindacati abbiano firmato dei contratti in perdita.

I CIR 2015/2016 e 2016/2017

Con la firma dei CIR del 2015/2016 e del 2016/2017 la situazione si rovescia, perché i Dirigenti Scolastici della Calabria dovranno percepire, per quanto riguarda la posizione variabile, aumenti consistenti rispetto agli importi oggi in vigore.

Vediamo, per prima cosa, i nuovi importi annuali stabiliti dal CIR 2016/2017:

Nuovi importi annuali CIR 2016/2017

FASCE

POSIZIONE

RISULTATO

TOTALE

PRIMA

16.258,73

3.226,56

19.485,29

SECONDA

12.194,05

2.419,92

14.613,97

TERZA

8.129,36

1.613,28

9.742,64

e i nuovi importi mensili della posizione variabile:

Nuovi importi posizione variabile

FASCE

IMPORTI MENSILI

PRIMA

1.250,67

SECONDA

938,00

TERZA

625,34

Questi gli aumenti mensili rispetto ad oggi:

Aumento mensili posizione variabile

FASCE

AUMENTI

PRIMA

443,11

SECONDA

332,33

TERZA

221,55

Quando verranno applicati i CIR del 2016/2017, i Dirigenti Scolastici della Calabria dovranno percepire:

-gli arretrati relativi alla posizione variabile

-l’intera retribuzione di risultato, che non hanno percepito negli anni scolastici 2015/2016 e 2016/2017.

Questi gli arretrati per la posizione variabile:

Arretrati posizione variabile

FASCE

IMPORTI

PRIMA

10.664,50

SECONDA

7.958,38

TERZA

5.332,23

Più gli arretrati che matureranno dal 1 settembre 2017 al momento della messa in pagamento del CIR 2016/2017.

Questa la retribuzione di risultato da percepire:

Retribuzione di risultato 15.16 e 16.17

FASCE

IMPORTI

PRIMA

9.904,38

SECONDA

7.428,29

TERZA

4.952,19

In totale, queste le somme da percepire:

FASCE

SOMME DA PERCEPIRE

PRIMA

20.568,88

SECONDA

15.386,67

TERZA

10.284,42

Sono somme a cui i Dirigenti Scolastici non sono abituati, ma non bisogna dimenticare che queste somme non sono “aumenti”, sono la restituzione di quanto “scippato” negli anni precedenti e che i Dirigenti Scolastici della Calabria, lo ribadiamo, stanno ancora pagando.

Consigliamo i colleghi di farsi bene i conti, al momento opportuno: tra tagli e recuperi già effettuati e nuove somme da attribuire, netto e lordo, ritenute fiscali e ritenute previdenziali, cosa combineranno le RTS della regione?

La situazione a regime

L’eredità per il prossimo contratto

Come ben sappiamo, con il 2016/2017 arriva a compimento il lungo percorso che è cominciato nel 2011/2012, fatto di molti tagli e poche risorse aggiuntive, quelle stanziate dalla Buona Scuola.

Noi abbiamo fatto una simulazione, abbiamo provato a vedere quale sarà la situazione a regime a livello nazionale (VEDI) e regione per regione (VEDI), qui facciamo un approfondimento della situazione della Calabria.

Un’avvertenza: ci può essere qualche discrepanza tra i dati riportati in questo articolo e quelli riportati negli articoli appena citati, sono dovuti agli arrotondamenti e la possibile aggiunta di risorse locali; si tratta di poca cosa e quello che interessa non sono i centesimi, ma l’ordine di grandezza della perdita che andiamo a descrivere.

Quale sarà la situazione della Calabria? Per rendere immediatamente comprensibile i dati, abbiamo ragionato sulla retribuzione media, a partire dal 2015/2016 fino alla situazione a regime.

Questa l’evoluzione della retribuzione variabile ed accessoria:

Media pro capite

 

POSIZIONE VARIABILE  

RISULTATO

TOTALE

A.S. 2015/2016

12.858,04

7.461,46

20.319,50

A.S.2016/2017

13.785,72

4.595,75

18.381,47

A REGIME

11.116,16

2.589,33

13.705,49

Questa la differenza tra la situazione attuale e quella a regime:

Differenza tra situazione attuale e situazione a regime

POSIZIONE VARIABILE  

RISULTATO

TOTALE

-1.741,88

-4.872,13

-6.614,01

In totale, sono 6.614,01 euro in meno rispetto ad oggi; è questa l’eredità negativa, l’handicap da cui partirà il prossimo contratto.

Come si vede, c’è una forte diminuzione, perché diminuisce ulteriormente il FUN e, soprattutto, si saturano gli organici a seguito dell’espletamento del prossimo concorso, realisticamente a decorrere dall’anno scolastico 2019/2020.

In effetti, tutto dipende dal…tasso di saturazione degli organici! Più gli organici si riempiono, più diminuisce la retribuzione variabile ed accessoria; questa la situazione in Calabria:

-nell’a.s 2015/2016 il tasso di saturazione è pari al 100%

-nell’a.s. 2016/2017 i Dirigenti Scolastici diminuiscono, per cui il tasso di saturazione scende, è pari all’81%

-a regime, il tasso di saturazione sarà pari al 100%, tutti i posti cioè saranno occupati a seguito dell’espletamento del concorso.

Dato che le nuove risorse stanziate dalla Legge di stabilità sono finalizzate all’armonizzazione della retribuzione di posizione/quota fissa, con il prossimo contratto questa voce avrà un consistente aumento, pari a 9.461,14 euro in media pro capite; dato però che la retribuzione variabile ed accessoria diminuirà, coma abbiamo appena detto, se vogliamo sapere quale sarà la situazione a regime bisogna fare il conguaglio tra aumenti e perdite.

Questa la situazione in Calabria:

Conguaglio tra aumenti e perdite

RETRIBUZIONE VARIABILE ED ACCESSORIA

RETRIBUZIONE FISSA

CONGUAGLIO

-6.614,01

9.461,14

2.847,13

Sono circa 220 euro lordi al mese, 130 netti; non ci sembra che ci sia da scialare!

Per di più, questo “folle aumento” andrà a regime nell’a.s. 2020/2021, praticamente si faranno due contratti in uno; viene da chiedersi: il gioco non vale la candela?

UA-12945503-14