IL CIR 2016.2017 DELLA CAMPANIA

Scritto da Pietro Perziani on . Postato in Il dirigente e lo staff

IL CIR 2016.2017 DELLA CAMPANIA

Il 16 novembre 2017 è stato sottoscritto il CIR della Campania relativo all’a.s. 2016/2017; il contratto non è immediatamente esecutivo, perché dovrà essere vistato dagli organi di controllo, stipulato in via definitiva, inviato infine alle RTS della regione perché sia messo in pagamento.

Ci vorrà almeno un anno.

Per prima cosa, ricordiamo gli importi della posizione variabile e del risultato relativi all’a.s. 2015/2016, che sono quelli oggi in vigore e che solo recentemente sono stati messi in pagamento:

Importi annui a.s. 2015/2016

FASCE

POSIZIONE

RISULTATO

TOTALE

PRIMA

13.182,12

6.226,13

19.408,25

SECONDA

11.424,55

5.395,98

16.820,53

TERZA

8.788,11

4.150,31

12.938,42

Questi gli importi mensili della posizione variabile attualmente in pagamento:

Importo mensile posizione variabile

PRIMA

1.014,01

SECONDA

878,81

TERZA

676,01

Vediamo ora il CIR relativo all’a.s. 2016/2017; questi i nuovi importi annuali:

Importi annui a.s. 2016/2017

FASCE

POSIZIONE

RISULTATO

TOTALE

PRIMA

13.021,18

3.989,38

17.010,56

SECONDA

11.285,07

3.457,46

14.742,53

TERZA

8.681,11

2.659,43

11.340,54

Come si vede, il CIR appena firmato porterà ad una consistente diminuzione dello stipendio oggi vigente:

DIFFERENZA

FASCE

POSIZIONE

RISULTATO

TOTALE

PRIMA

-160,94

-2.236,75

-2.397,69

SECONDA

-139,48

-1.938,52

-2.078,00

TERZA

-107,00

-1.490,88

-1.597,88

Non c’è che dire, ricominciano i tagli!

L’abbiamo detto tante volte: i tagli non sono ancora finiti e purtroppo continueranno anche in futuro, ma questa è un’altra storia, che va a “mischiarsi” con la stipula del CCNL 2016/2018…

Quando verrà applicato il contratto, ci sarà una diminuzione dello stipendio mensile, sia pur minima:

POSIZIONE VARIABILE

FASCE

NUOVO IMPORTO MENSILE

DIMINUZIONE

PRIMA

1.001,63

-12,38

SECONDA

868,08

-10,73

TERZA

667,78

-8,23

L’abbiamo appena detto, si tratta di poco, ma certo fa un bruttissimo effetto vedere di nuovo una diminuzione dello stipendio mensile.

Ci saranno anche dei soldi da restituire, a partire dal 1 settembre 2016, ma saranno compensati dalla retribuzione di risultato che, come ben si sa, viene pagata solo al momento dell’applicazione del contratto regionale; si andrà al solito ad un conguaglio tra dare ed avere ed almeno non ci saranno soldi da restituire.

UA-12945503-14