RICORSI. NOTIZIE BUONE E NOTIZIE MENO BUONE

Scritto da Pietro Perziani on . Postato in Il dirigente e lo staff

RICORSI

NOTIZIE BUONE E NOTIZIE MENO BUONE

Il Tribunale di Milano ha da poco emesso un’altra sentenza favorevole sulla perequazione interna; è stato accolto il ricorso presentato da sette colleghi, il Tribunale ha loro riconosciuto al centesimo le richieste avanzate.

Il giudice nota che “le poste indicate dai ricorrenti non sono state contestate dall’Avvocatura dello Stato. Dunque, al fine del conteggio delle somme a credito di ciascun ricorrente, ben può farsi riferimento alle risultanze dei conteggi analitici allegati al ricorso.” Come in tutte le altre sentenze favorevoli, i “conteggi analitici” sono opera di Pietro Perziani.

I sette colleghi, infatti, si sono autorganizzati, si sono rivolti ad un loro legale di fiducia per il patrocinio della causa ed hanno chiesto a chi scrive una relazione tecnica che è stata allegata al ricorso.

Se da Milano arriva una bella notizia, da Roma ne arriva una brutta: la Corte di Appello ha accolto il ricorso dell’Avvocatura contro la prima sentenza favorevole pronunciata a Roma, quella, per capirsi, che è stata la “madre” di tutti i ricorsi successivi.

Non abbiamo ancora le motivazioni, non appena saranno disponibili ne faremo un commento analitico.

Appare chiaro, a questo punto, che la vicenda dei ricorsi sulla perequazione avrà la sua conclusione in Cassazione, dato che i 36 colleghi non hanno alcuna intenzione di subire passivamente la sconfitta in appello, sono pronti a presentare a loro volta ricorso in Cassazione.

Per completare il quadro, va detto che in un appello di parte nelle Marche è stata posta la questione di legittimità costituzionale.

Come era facilmente prevedibile, la strada sarà lunga!

UA-12945503-14