TRENTACINQUE MILIONI PER I DIRIGENTI_MARZO 2015

Scritto da Pietro Perziani on . Postato in Il dirigente e lo staff

TRENTACINQUE MILIONI PER I DIRIGENTI

L’Anp nella sua lettera aperta ai dirigenti scolastici non ne parla, mentre i Sindacati Confederali e lo Snals ci insistono molto: si va verso una soluzione del problema della decurtazione del FUN; in effetti, nell’art. 33 della Bozza di Decreto vengono stanziati 35 milioni per i dirigenti scolastici.

Più precisamente, nel testo dice che a decorrere dall’a.s. 2015/2016 il FUN viene incrementato di 35 milioni al lordo degli oneri a carico dello Stato; questo significa che:

1-I fondi disponibili (Lordo dipendente) sono pari a circa 21 milioni e mezzo di euro, perché dai 35 milioni bisogna togliere gli oneri a carico dello Stato.

2-Lo stanziamento di fatto serve a riassorbire la decurtazione del FUN operata dal MEF (Circa 16 milioni) e a ristabilire quindi l’ammontare del FUN precedente alla decurtazione; per la precisione, ci sono circa 5 milioni in più, poco più di 600 euro annui lordi a testa, 300 netti, 25 euro al mese.

3-Lo stanziamento decorre dall’ a.s. 2015/2016, per cui i tagli che dal 2012/2013 al 2014/2015 non verranno in ogni caso sanati; chi deve restituire dei soldi, si metta l’animo in pace: li dovrà restituir; in alternativa, non percepirà la retribuzione di risultato per un paio d’anni..

Rispetto alle ulteriori competenze che il Decreto sulla Buona scuola attribuisce ai dirigenti scolastici, sembra un po’ poco!

UA-12945503-14